Previous Next

FermoRaduno

Fermo
27-28 luglio 2019

Il 2019 è stato fino ad ora particolarmente ricco di incontri per gli amici del club. E lo sarà anche da qui fino alla fine dell'anno. Per il mese di Luglio avevamo messo in cantiere un pranzo nelle Marche che poi è diventato un vero e proprio raduno man mano che l'organizzazione andava avanti e le iscrizioni crescevano.

Così il pranzo tra amici è diventato un weekend lungo con un bel gruppo di partecipanti provenienti da Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Marche.
Davvero imprevedibile perchè a fine luglio le strade sono piuttosto trafficate e trovare posto per dormire nel Fermano non è semplicissimo, considerando l'alto numero di turisti.
Ci abbiamo provato e la cosa è riuscita molto bene, tanto da avere 28 persone presenti nella cena di sabato (che all'inizio non era neanche prevista) e ben 41 nel pranzo di domenica. Come sempre con un'ampia tipologia di nuclei familiari: ai nostri incontri partecipano famiglie con bambini, coppie, single e anche amici che magari momentaneamente sono sprovvisti di Volvo e che stanno con noi solo per il gusto di unirsi a questa allegra compagnia.

Procediamo con il racconto dettagliato delle giornate.

Giorno 1: Sabato 27 Luglio
In realtà qualcuno è già arrivato al venerdi ma al sabato il gruppo si compone quasi al completo. Gli amici arrivano in parte all'ora di pranzo, unendosi a chi è già presente, e in parte durante il pomeriggio. Pronti per la cena che poi è anche occasione per fare una rapida asssemblea Soci che ha come ordine del giorno la variazione della sede del club.
Considerando che al pomeriggio siamo già parecchi si fa un salto a Torre di Palme, meta obbligata per chi viene in vacanza nella zona di Fermo. Piccolo paese a strapiombo sul mare con un panorama stupendo ma stavolta turbato dal meteo che non lascia intravedere il panorama completo con la limpidezza necessaria.
Tra l'altro ci imbattiamo con un paio di matrimoni e anche il parcheggio si complica un pochino. Ma tutto si risolve tranquillamente, i volvisti sono pratici e per niente lamentosi. E la scenografia da matrimonio arricchisce la bellezza del paese.
Da Torre di Palme si va verso Fermo dove ci aspetta la cena al Bistrot81, locale che fa da pizzeria e pub e che è rinomato per la bontà delle pizze ma anche per le birre che sono tutte artigianali e di ottimo livello. Il birrificio fornitore principale è stato premiato come miglior produttore d'Italia.
I presupposti ci sono tutti e, mentre i non soci fanno l'aperitivo nel locale accanto, i soci fanno l'assemblea a base di birra. Per fortuna non ci sono molti punti da discutere, sennò sarebbe stato un problema.
Il meteo si mette male e la cena prevista all'aperto si fa nel locale; pizza buona, tante chiacchiere, gran confusione e ottimo clima di amicizia.
Verso l'una tutti a dormire che la giornata successiva ci aspetta e sarà anch'essa ricca di iniziative.

Giorno 2: Domenica 28 Luglio
Piove. Prima poco e poi molto di più.
Ma il popolo del ClubVolvoItalia ormai ha una predisposizione per gli incontri con la pioggia e non si fermerà di certo.
Ritrovo alle ore 9.00 al maxiparcheggio di Fermo e poi minigiro turistico della città, sotto una pioggia battente. Nella piazza centrale era previsto un incontro con il Sindaco della città, Paolo Calcinaro, che ci aveva omaggiato di materiale informativo turistico e voleva incontrarci. Ma il maltempo ha fatto saltare questo appuntamento.
Una parte dei volvisti rimane sotto i portici della piazza ad ammirare il luogo, i più arditi salgono per vicoli fino alla Cattedrale che, con il suo parco, domina la città.
Poi si scende al parcheggio e, in carovana, si percorrono circa 20 km per arrivare sul colle di Belmonte Piceno.
Il Sindaco del bel paesino ci aspetta e ci lascia la piazza per mettere tutte le Volvo in bella mostra. Poi ci accompagna al Museo dei Piceni, piccolo ma molto prezioso per il suo contenuto di reperti storici di un certo valore. Ai quali se ne aggiungeranno presto altri grazie a nuovi scavi che sono stati finanziati addirittura da società estere.
Con il Sindaco Ivano Bascioni si fa poi il giro del paese, segnato gravemente dal terremoto con quasi l'80% degli edifici lesionati al centro storico. E si va anche in un punto panoramico dove ci racconta la storia di Belmonte con vari aneddoti legati al ciclismo dei tempi di Coppi e Bartali, frequentatori del luogo.
Si rientra a Fermo per il pranzo, stavolta nella storica Trattoria "Da Emilio" che il titolare Marcello, volvista da tempo, ha aperto appositamente per noi in occasione del raduno, visto che di Domenica solitamente il locale è chiuso.
Lo omaggeremo poi di tessera da socio per il 2019 e di adesivi del club proprio per questo favore ricevuto e per averci preparato un pranzo eccellente ad un prezzo particolare (25 Euro).
A fine pranzo si riparte, tutti a casa. Anzi no, quasi tutti perchè qualcuno rimane e riparte al lunedi o addirittura al martedi.

Arrivederci alla prossima occasione, magari l'anno prossimo il FermoRaduno si potrebbe ripetere nello stesso periodo.
Rimanete sintonizzati qui e sul gruppo faceboook "ClubVolvoItalia"!

Andrea Censi
(Consigliere e Socio Fondatore)


Stampa   Email

Articoli correlati